1 mar 2022

INTERPELLANZA REGIONALE PER I TRENI AD IDROGENO SULLA LINEA BRESCIA-ISEO-EDOLO

INTERPELLANZA REGIONALE PER I TRENI AD IDROGENO SULLA LINEA BRESCIA-ISEO-EDOLO Brescia in Azione grazie al lavoro dei gruppi tematici Sviluppo Economico e Ambiente da tempo ha focalizzato la propria attenzione sul progetto dei treni ad idrogeno sulla tratta Brescia-Iseo-Edolo. Il progetto nasce con la finalità di garantire un servizio ferroviario diretto regionale con cadenzamento orario e un servizio ferroviario suburbano con cadenzamento semiorario. I treni Alstom Corradia iLint a trazione idrogeno sono più lenti in accelerazione e più pesanti dei treni diesel in esercizio sulla linea e non riusciranno a garantire il raggiungimento degli appuntamenti orari programmati nei quattro nodi di Borgo San Giovanni, Castegnato, Bornato e Borgonato. Pensare e progettare Green non giustifica mai il mancato raggiungimento delle performance minime indispensabili che hanno generato una spesa di 8 milioni di euro a carico dei cittadini lombardi. Aldo Coen Brescia in Azione Condivido le perplessità sulle modalità utilizzate da Regione Lombardia per la realizzazione del progetto del treno ad idrogeno sulla tratta Brescia-Edolo, per questo ho deciso di depositare una interrogazione sostenuto dai tavoli di lavoro “Sviluppo Economico” e “Ambiente” di Brescia in Azione, che ringrazio per il supporto tecnico. Credo sia un dovere della politica fare chiarezza sulle valutazioni che hanno determinato questa decisione, senza alcun pregiudizio politico o relativo alla tecnologia utilizzata. Niccolò Carretta Consigliere regionale - Azione Comprare i treni ad idrogeno prima ancora di avere un progetto preliminare che ne valutasse la fattibilità è una presa in giro per i cittadini lombardi e per le loro tasse. Brescia in Azione non vuole far cadere nel vuoto quanto sta accadendo. Fabrizio Benzoni Segretario provinciale di Azione


Articolo di QuiBrescia